ONU – ORGANIZZAZIONE DELLE NAZIONI UNITE

UN 75 – Settantacinquesimo anniversario delle Nazioni Unite

 

IL MONDO HA BISOGNO DI SOLIDARIETÀ. IL TUO CONTRIBUTO CONTA.

Il 2020 segna il 75º anniversario dell’ONU. Per l’occasione, le Nazioni Unite danno il via a un dibattito mondiale: ONU75. Avviata dal Segretario generale Antonio Guterres, l’iniziativa prevede di organizzare il dibattito più ampio e inclusivo di sempre su come costruire il futuro che vogliamo. In un mondo caratterizzato da cambiamenti drastici e sfide complesse come la crisi climatica, le trasformazioni demografiche e l’evoluzione incerta della tecnologia, agire tutti insieme non è mai stato così urgente e necessario. Con la campagna ONU75, le Nazioni Unite intendono incoraggiare le persone a riflettere insieme sul modo in cui una forte cooperazione internazionale possa contribuire a realizzare un mondo migliore entro il 2045, in vista del centenario dell’ONU.

 

Il 75º anniversario delle Nazioni Unite ricorre in un momento segnato da grandi difficoltà, compresa la peggiore crisi sanitaria mondiale nella loro storia. Questa crisi rinsalderà i nostri legami? O al contrario, causerà divisioni e sfiducia ancora maggiori? La tua opinione può fare la differenza.

Mentre il mondo entra in una crisi globale senza precedenti con gravi ripercussioni nell’agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile e i suoi 17 obiettivi di sviluppo sostenibile. Con dieci anni rimanenti per raggiungere l’Agenda 2030 in questo decennio di azione, la pandemia di COVID-19 impone una duplice attenzione per garantire una ripresa resiliente e accelerare i progressi negli Obiettivi di sviluppo sostenibile (OSS).

Oggi, più che mai, è necessario concentrarsi sulla realizzazione di sinergie e sull’investimento in una ripresa che “si ricostruirà meglio”. Gli Stati membri devono fare il punto sugli impatti che l’attuale pandemia globale sta attraversando gli OSS, in particolare a livello nazionale e locale, e adottare strategie di riduzione del rischio di catastrofi che affrontino tutti i pericoli, compresi quelli biologici, con sistemi integrati di governance dei rischi. La pandemia di Covid-19 è la prova che il rischio è sistemico. Inoltre, sono necessarie ulteriori discussioni per identificare gli impatti differenziati che la pandemia sta avendo sulle popolazioni più vulnerabili esacerbando la povertà, la fame, la malnutrizione, le disuguaglianze, l’esclusione, la violenza e la discriminazione.

L’attuale preparazione ministeriale ( Dichiarazione ministeriale HLPF 2020 ) per il Forum politico ad alto livello sullo sviluppo sostenibile (HLPF) ribadisce il ruolo dell’Agenda 2030 come nostra “prima linea di difesa contro COVID-19”. Gli impatti della pandemia si stanno evolvendo rapidamente e attraversano gli SDG, sottolineando la necessità di una “risposta sensibile agli SDG a COVID-19 e una ricostruzione migliore per realizzare il Decennio di azione”.

L’urgenza di agire è ora duplice: proteggere i progressi dello sviluppo e accelerare l’azione per raggiungere gli OSS entro il 2030. Dobbiamo prendere provvedimenti accelerati per gli obiettivi degli OSS sul benessere umano, nonché sulla biodiversità, sulla riduzione del rischio di catastrofi e i cambiamenti climatici, attraverso risposte coerenti, coordinate e informate sul rischio. Inoltre, si prevede che il 2020 sarà uno degli anni più caldi mai registrati, sottolineando le continue sfide che i cambiamenti climatici comportano in combinazione con la pandemia globale, il Segretario generale delle Nazioni Unite ha annunciato sei azioni a favore del clima per dare forma a una ripresa più resiliente da COVID-19, che dovrebbe guidare gli sforzi di recupero.

Dovremmo cogliere l’opportunità di “ricostruire meglio” creando società più sostenibili, resistenti e inclusive. Con questo in mente, l’Ufficio delle Nazioni Unite per lo sviluppo sostenibile (UNOSD) e l’Ufficio delle Nazioni Unite per la riduzione dei rischi di catastrofi (UNDRR) attraverso il suo Global Education and Training Institute stanno organizzando un webinar per coinvolgere i punti focali nazionali degli SDG e le agenzie di coordinamento, insieme a punti focali nazionali del quadro di Sendai per la riduzione dei rischi di catastrofi in un dialogo su come i governi nazionali stanno valutando l’impatto della pandemia sugli OSS chiave.

Le Nazioni Unite hanno riconosciuto le risposte dei paesi che stanno combinando la risposta alla pandemia e gli sforzi di ripresa che affrontano contemporaneamente i cambiamenti climatici come quello della Repubblica di Corea. Queste risposte nazionali stanno dimostrando che la lotta contro il nuovo coronavirus può essere associata a una ripresa economica ecocompatibile e socialmente inclusiva.

ONU – ITALIA

CENTRO REGIONALE DI INFORMAZIONE DELLE

NAZIONI UNITE

ONU

STORIA

ONU IN ITALIA

GIORNATE NAZIONALI

AGENDA 2030

ONU: AGENDA 2030

INFORMAZIONI

PACE E SICUREZZA

SVILUPPO ECONOMICO E SOCIALE

DIRITTI UMANI

ASSISTENZA UMANITARIA

DIRITTO INTERNAZIONALE

INFORMAZIONI


CORONAVIRUS

SEGRETARIO

GENERALE

BIOGRAFIA

MESSAGGI UFFICIALI

I PRECEDENTI SEGRETARI GENERALI

 

Translate »